Economia in Emilia Romagna: i dati e l’impatto della pandemia

Economia in Emilia Romagna: i dati e l’impatto della pandemia

ECONOMIA ROMAGNA SETTORI IMPRESE COMMERCIO – Come previsto, l’economia di tutto il mondo ha subìto un forte impatto con l’espandersi della pandemia di Coronavirus. A farne le spese, in particolare, sono state le piccole aziende e i settori del trasporto e del turismo, oltre che del terziario.

Economia in Emilia Romagna: alcuni dati

Secondo i dati diffusi da Premeteia (ottobre 2020), nel 2020 la ricchezza prodotta è scesa del 9,6%, scenario che si prospetta invece in crescita del 6,6% nel 2021. In particolare, in Emilia Romagna, c’è stata una flessione del numero delle imprese artigiane dell’1,4%, di quelle cooperative dell’1,6% e delle start-up innovative che scendono addirittura a – 17,2%. Nel 2020, uno dei principali settori della regione, quello delle imprese agricole, è calato rispetto all’anno precedente dell’1,6%. Dati confermati anche dalla Camera di Commercio della Romagna.Riferendosi all’industra manifatturiera, infatti, segnala -6,4% della produzione, -6,0% del fatturato, -7,6% degli ordini interni e -4,5% degli ordini esteri. L’unico settore a non aver risentito della crisi è stato quello alimentare.

Economia, il commento di Alberto Zambianchi, presidente della Camera di commercio della Romagna

“Si sta chiudendo un anno particolarmente difficile, un anno in cui ci siamo trovati, tutto il mondo si è trovato, a vivere una situazione inimmaginabile, inaspettata e gravissima. La pandemia da Covid-19, ha portato con sé paura, dolore per le troppe morti e, inevitabilmente, una crisi sociale ed economica mai vista prima. I principali indicatori certificano che la situazione attuale è indubbiamente molto complessa, ma certo non senza soluzioni. In questo contingente abbiamo visto anche di che pasta siamo fatti, vediamo ogni giorno persone che reagiscono, imprenditori, che tra mille difficoltà si reinventano, resistono. Il nostro compito ora, il dovere degli amministratori è quello di guardare al futuro in modo positivo, di riflettere su quanto fatto e quanto, tanto, c’è da fare per la ripartenza. Dalla crisi, nostro malgrado, dobbiamo anche trarre insegnamenti”.

Gli effetti della pandemia sull’economia e le aziende

“La pandemia ha portato con sé un’occasione di innovazione “disruptive”, dirompente, obbligandoci a rivoluzionare modelli che credevamo indiscutibili e facendo emergere ulteriori risorse e potenzialità. Un esempio su tutti, il balzo in avanti della digitalizzazione del Paese e delle imprese, ambito in cui l’Italia si trovava in una posizione arretrata rispetto ad altre economie simili. Questo è un cambiamento sociale e culturale, che occorrerà governare, ma è una sfida che possiamo vincere e che potrà incrementare crescita e sviluppo. Voglio rivolgere un pensiero di gratitudine a tutti gli imprenditori per i loro sforzi e assicurare che la Camera di commercio continuerà a lavorare. L’augurio che rivolgo a tutti noi per il nuovo anno è di potere disporre di cure risolutive contro questo virus. E di volontà e capacità di costruire il futuro,  con una visione comune di innovazione, resilienza e coesione. E di tornare ad abbracciarci, non solo virtualmente”.

ECONOMIA IN ROMAGNA: per saperne di più

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(https://giovanni-lombardi.it/wp-content/uploads/2017/04/bg-slider.png);background-size: initial;background-position: top center;background-attachment: initial;background-repeat: initial;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 200px;}