Giovanni Lombardi e Aguero

Il ruolo di imprenditore di Giovanni Lombardi lo ha portato spesso a incrociare il proprio destino con quello dei personaggi famosi. Tanti vip che ha conosciuto e frequentato sia in Italia che in qualche viaggio all’estero. 

La passione per il calcio, però, ha portato Giovanni Lombardi ritrovarsi fianco a fianco con grandi campioni. E’ il caso, ad esempio, di Sergio Aguero, l’attaccante argentino del Manchester City. Il bomber della formazione di Guardiola è uno dei calciatori più forti al mondo. Soprannominato El Kun per la somiglianza con Kum Kum il Cavernicolo, personaggio di un noto cartone animato giapponese, Aguero è il compagno di vita Giannina Maradona. Con la secondogenita del Pibe de Oro, idolo incontrastato dei tifosi del Napoli, l’attaccante ha avuto anche un figlio, Benjamin, nato in Spagna ed esattamente a Madrid. Nella capitale spagnola, Aguero, ancora giovane, ha vestito la casacca dell’Atletico. 

Aguero si è anche distinto anche per essere uno dei calciatori che col tempo è diventato vegetariano. Una scelta quasi obbligata per l’attaccante. Dopo un consulto medico ha deciso la sua nuova linea alimentare, risolvendo così i suoi cronici problemi di dolori muscolari. Sergio Aguero rappresenta anche uno dei calciatori più vincenti della Premier League, ma Lombardi si è complimentato con lui anche per lo stile di gioco e non solo per la sua devastante percentuale realizzativa. Ha vinto 4 volte il campionato inglese, tutte con il Manchester City di Pep Guardiola. Ai titoli conquistati per il primo posto in Premier, ha affiancato anche 3 Community Shield (Supercoppa di Lega), 5 coppe di Lega (Carabao Cup) e una Coppa d’Inghilterra (FA Cup). In campo internazionale, però, gli manca il grande successo in Champions League che insegue ancora, non essendo più giovanissimo. Finora il bomber argentino, in campo internazionale, è riuscito a conquistare un’Europa league e una Supercoppa Uefa. Con la nazionale ha vinto 2 mondiali under 20 e un oro olimpico a Pechino 2008. 

Lukaku, bomber che lotta contro il razzismo

Da presidente della Casertana, che ha portato dalla serie D ai professionisti, Giovanni Lombardi ha sempre avuto un debole per gli attaccanti potenti. Quelli, insomma, di combattere da soli nell’area di rigore avversaria, impegnando le difese e facendo a sportellate. Per questo, non è un caso, che ci sia stata una bella chiacchierata, immortalata da uno scatto, con il bomber belga Romelu Lukaku. L’attaccante dell’inter è uno dei più forti in Europa nel suo ruolo. Tra l’altro, Lukaku è anche figlio d’arte, perché suo padre Roger militava nella nazionale dello Zaire. 

Romelu Lukaku risulta essere anche un personaggio che fa rima con business. E’ lui l’atleta più pagato della storia dalla Puma, società produttrice di abbigliamento sportivo. L’azienda, che in passato ha vestito anche la nazionale italiana di calcio, nel 2018 gli fece firmare un contratto record. 

La chiacchierata tra Giovanni Lombardi e l’attaccante interista è avvenuta in italiano, visto che Romelu Lukaku è una poliglotta. Il calciatore parla, oltre al lingala e il francese, anche l’olandese, l’inglese, il tedesco, il portoghese, lo spagnolo ed ovviamente l’italiano. Lukaku piace a Giovanni Lombardi perché e uno dei calciatori simbolo delle battaglie antirazzismo. Al suo primo anno in Italia, purtroppo, ha vissuto sulla sua pelle l’esperienza di essere bersagliato dai tifosi avversari. E’ avvenuto in Cagliari-Inter, alla Sardegna Arena, durante la partita del campionato di serie A. 

Tanti personaggi famosi, quindi, non solo del mondo del calcio, ma della società civile.